Logo di Nova Cana
Un'assemblea a Nova Cana
L’idea di Nova Cana nasce nel 1958. "Volevo vedere se la forza dell’amore, che si trasforma in accoglimento, servizio e ascolto agli altri, bastava a far emergere i lati migliori degli esseri umani e a preservarli da quelli peggiori. Volevo che ci fosse un luogo dove poter parlare liberamente e senza pudori di se stessi, delle proprie esigenze e dove il desiderio profondo dell’uomo avesse il suo spazio e la sua dignità. Un luogo in cui si potesse parlare di Dio senza il pericolo di sentirsi definire eretico, protestante, panteista, settario, soggettivista, laico, ateo, agn
agnostico e gnostico. Un luogo dove poter sperimentare la nascita di una vera comunità umana. Volevo che ci fosse un luogo aperto alla ricerca culturale di chi crede nell’uomo e non teme il confronto con il Vangelo perché si riconosce la vocazione di amare, accogliere e cercare insieme. Un luogo che fosse culturalmente autonomo e laico ma che nello stesso tempo fosse connesso alla Chiesa e alla mia passata esperienza mistica: dove cioè non veniva negata né l’appartenenza alla fede cattolica né l’origine della mia esperienza mistica. Ambedue questi aspetti erano a disposizione di chi voleva conoscerli, tuttavia l’accento di fondo era posto sull’uomo. A Nova Cana cominciai a comunicare la mia visione dell’uomo e di Dio. Tutti restavano coinvolti, fossero essi atei o credenti. Tutti sentivano che quello che io comunicavo loro era quello che desideravano nel profondo anche se non avevano l’ardire di crederlo possibile nella storia. Nacque un dialogo tra credenti e non credenti molto singolare. Un dialogo che da allora dura fino ai giorni nostri. Ritrovare la nostra umanità attraverso Maria ci permetteva di scoprire la nostra divinità in Gesù Uomo-Dio come fine, scopo della nostra esistenza. Nova Cana non ha mai avuto regole se non la regola dell’ascolto, dell’accoglimento e della ricerca comune. Vi furono periodi di convivenza: uomini, donne, preti, religiosi, coppie, ammalati, handicappati, emarginati, ecc. Ma il filo conduttore di Nova Cana rimaneva la ricerca culturale ed il dialogo. Una ricerca che accomunava tutti, dal primo all’ultimo venuto. La ricerca era sui fini dell’uomo, sulle esigenze che sentiamo più umane e che qualificano l’esistenza. Da molti anni la vita di Nova Cana si svolge come attività di ricerca e messa in comune di tutte le esigenze e speranze rispetto al cambiamento sia della persona che della storia. Essere una persona originale, creativa e amante è l’obiettivo che tutti abbiamo riconosciuto prioritario per impegnarci insieme a trasformare la storia. Perché questa storia diventi una storia di comunicazione tra le persone e realizzi i valori della pace e della giustizia nell’amore".

Angela Volpini
Perchè Nova Cana
Página ES
Condividi
Commenta
Copyright © 2014 - Nova Cana
-Home
Inicio ES
Home IT


-Chi siamo
-Perchè Nova Cana
-Angela Volpini
-Attività
-Ass. Famigliare
-Celit
-Analisi Storica
-Proposta Culturale
-Parole Chiave
-Libri
-Corsi
-Segnalazioni
-Calendario
-Come arrivare
-Contatti
-Donazioni
-Download
-Mappa del sito
-Newsletter
-Facebook
Parole chiave
Cerca